Navigazione

La birra Migros
sta arrivando

In ogni caso: un ottimo motivo per brindare.

Il 4 giugno le socie e i soci delle cooperative Migros decideranno se e dove la Migros venderà alcolici in futuro. Il simbolo di questa votazione unica nel suo genere sono le nostre due varietà di birra. A seconda dell'esito della votazione, a partire dal 2023 sarà possibile trovare sugli scaffali della propria filiale Migros la birra Migros: quella alcolica o quella analcolica.

Decidono le socie e i soci delle cooperative

flaschen-parallax-freisteller
  • 1_orange_made@3x

    Di che cosa si tratta?

    Da quasi cent'anni nelle filiali Migros è vietata la vendita di birra, vino e superalcolici. In occasione della prossima votazione generale, le socie e i soci delle cooperative Migros hanno la possibilità di abolire tale divieto all'interno della loro cooperativa regionale. Se almeno due terzi voteranno sì, la Migros in futuro offrirà bevande alcoliche nelle sue filiali e nei suoi ristoranti e take away. Se non si raggiungerà una maggioranza di due terzi, tutto resterà com'è ora. Non è invece in discussione il divieto di vendere sigarette e tabacco, che rimarrà in vigore in ogni caso.

  • 2_brown_made@3x

    Come si vota?

    Hanno diritto di voto i 2,3 milioni di socie e soci complessivi delle dieci cooperative Migros regionali. A inizio maggio le rispettive cooperative invieranno loro il materiale di voto direttamente a casa. Da quel momento si potrà votare per posta o, a partire dal 16 maggio, anche di persona in una filiale della propria cooperativa. Affinché venga contato, il proprio voto va espresso entro e non oltre sabato 4 giugno (data del timbro postale).

  • 3_orange_made@3x

    Cosa succede dopo?

    A partire dal 7 giugno avverrà lo spoglio delle schede di voto pervenute, che sarà in seguito verificato e confermato da un organo di revisione. La Migros renderà poi noti i risultati verso la metà di giugno 2022 sulla stampa Migros e online. Nelle cooperative in cui meno di due terzi dei votanti si saranno espressi a favore della vendita di alcolici non cambierà nulla. In quelle in cui più di due terzi dei votanti si saranno dichiarati favorevoli alla vendita di alcolici entreranno in vigore il 1° luglio 2022 gli statuti modificati. In queste cooperative l'introduzione dell'offerta di bevande alcoliche è prevista per il 2023.

Opuscolo sulla votazione

Con o senza alcol: la birra Migros

A giugno la Svizzera non deciderà solo se la Migros in futuro potrà vendere alcolici nelle proprie filiali, ma anche quale birra Migros sarà disponibile sugli scaffali. Perché la nostra birra arriverà in ogni caso. A seconda dell'esito della votazione nella tua cooperativa, presto troverai nella tua filiale la versione alcolica OUI o quella analcolica NON.

A prescindere dal risultato della votazione, tutti avranno quindi motivo di gioire. E noi diciamo: salute!

anstossen_white_1@3x

Una ragione per brindare

Il 4 giugno non si deciderà solamente se in futuro la Migros venderà alcolici nelle proprie filiali, ma anche quale birra Migros arriverà sugli scaffali. Perché la nostra birra sarà introdotta in ogni caso: a seconda dell'esito della votazione, nella tua filiale troverai presto la OUI o la NON. Qualunque sia il risultato, potrai comunque goderti la prima birra di marca propria Migros.

demokratie

Con o senza

La birra Migros è direttamente legata all'esito delle votazioni nelle singole cooperative. Significa che sta alle socie e ai soci della cooperativa della rispettiva regione decidere se riceveranno la OUI (alcolica) o la NON (analcolica). In altre parole: la decisione è nelle tue mani.

MItHilfegebraut

Prodotta da specialisti

Che tipo di birra sarà? Per ora resta ancora un segreto. Talmente segreto che non lo sappiamo nemmeno noi. Svilupperemo in collaborazione con un birrificio tradizionale svizzero la ricetta Migros di una birra analcolica o eventualmente di una alcolica. Oppure di entrambe, a seconda dei risultati della votazione. Come per ogni altro nostro prodotto, valgono anche per la birra elevati requisiti qualitativi. Essendo un prodotto Migros, sarà senz'altro gustosa!

«Oui» o «Non» spiegato in 47 secondi

La storia del divieto di vendere alcolici

Il divieto di vendere alcolici alla Migros esiste dal 1928. Per favorire la salute della popolazione e per combattere «l'onnipotente capitale dell'alcol», il fondatore della Migros Gottlieb Duttweiler aveva deciso di non vendere bevande alcoliche nelle filiali Migros. Considerata la situazione di allora con «abitudini devastanti di consumo di alcolici», Duttweiler voleva proteggere la gente dalla povertà, causata in parte anche dall'abuso di alcol.

Quando negli anni Quaranta la Migros si espanse nella Svizzera romanda, nelle nuove cooperative regionali emerse la questione della vendita di vino. Nel 1948 si tenne la votazione generale a livello nazionale, in cui una risicata maggioranza delle socie e dei soci delle cooperative si pronunciò contro la vendita di vino. Ciononostante, il divieto di vendere alcolici fu sempre una questione controversa di cui si discusse ripetutamente. Gottlieb Duttweiler stesso non era sempre sicuro di questa scelta e una volta in un'intervista ponderò la vendita di vino.

Nel 1983, nove cooperative su dieci (con l'eccezione di Ginevra) fissarono il divieto di vendere alcolici anche formalmente nei loro statuti e contratti. Ed è proprio su queste basi giuridiche che voteranno le socie e i soci delle cooperative il 4 giugno.

Gottfried Duttweiler

Timeline della votazione sugli alcolici

Calender_Icon_check

Estate 2021

Cinque delegati Migros esigono una votazione generale sulla vendita di alcolici nelle filiali Migros.

Calender_Icon_check

Novembre 2021

Con 85 voti favorevoli e 22 contrari l'Assemblea dei delegati della Migros sostiene una tale votazione generale. Leggi qui.

Calender_Icon_check

Dicembre 2021

I dieci consigli delle cooperative regionali approvano la votazione generale nella loro regione. Leggi qui.

Pro e contro

Cosa dicono i sostenitori e gli oppositori della vendita di alcolici.

Buehne_OUINON_Befuerworter_01

... le esigenze della clientela: i clienti preferiscono acquistare tutto in un unico luogo. Molti alla Migros desidererebbero acquistare anche bevande alcoliche, senza dover recarsi a tal fine anche in altri negozi, allungando inutilmente il percorso.

i tempi che cambiano: quando è stato introdotto il divieto di vendita di alcolici, circa 100 anni fa, la situazione in Svizzera era completamente diversa da quella attuale. Nel frattempo i tempi sono cambiati e il divieto di vendita di alcolici al giorno d'oggi non è più adeguato. Anche lo stesso «Dutti» era disposto ad accettare una modifica del divieto e nel 1948 mise ai voti la vendita di vino.

... la responsabilità: da impresa responsabile la Migros offrirebbe bevande alcoliche con moderazione e nel rispetto delle esigenze regionali.

... il piacere: le bevande alcoliche vengono consumate per lo più in modo ragionevole come genere voluttuario, diversamente da 100 anni fa, quando ancora non esistevano le assicurazioni sociali. Al giorno d'oggi il divieto appare come una paternalistica tutela della clientela.

... la credibilità: attualmente la Migros vende già alcolici nel suo supermercato online, da Denner e da Migrolino. Offrire bevande alcoliche anche nelle filiali sarebbe quindi del tutto logico e coerente.

... la concorrenza: non potendo offrire alcolici nelle filiali, come invece fanno i concorrenti svizzeri e stranieri, la Migros è svantaggiata di fronte agli altri commercianti al dettaglio; Questi, diversamente dalla Migros, possono offrire alla propria clientela un assortimento completo comprendente anche bevande alcoliche.

Buehne_OUINON_Gegner_01

... l'identità: molte persone si identificano con la Migros proprio perché non vende alcolici. Introducendo la vendita di bevande alcoliche la Migros rinuncerebbe alla sua caratteristica unica e distintiva e diventerebbe sempre più come qualsiasi altra impresa.

... la tradizione: se in futuro la Migros vendesse alcolici, non rispetterebbe la volontà del suo fondatore Gottlieb Duttweiler che introdusse il divieto nel 1928.

... il rischio di dipendenza: se in Svizzera si offrissero ancora più alcolici, ciò ne favorirebbe il consumo e aumenterebbero di conseguenza i rischi per la salute della popolazione. I negozi della Migros sono l'unico luogo in cui gli alcolisti o le persone astinenti possono ancora fare la spesa senza essere tentati dall'acquisto di alcolici.

... l'attuale offerta Migros: la Migros offre già sufficienti possibilità di acquisto di bevande alcoliche al di fuori delle proprie filiali. ad esempio nelle filiali Denner e Migrolino oppure su Migros Online.

... il pensare solo in termini economici: con la vendita di alcolici la Migros vuole realizzare un maggiore fatturato così come fanno molte altre imprese.

l'assortimento: se vengono vendute anche bevande alcoliche, nelle filiali più piccole si deve ridurre il rimanente assortimento.

Le raccomandazioni di voto delle cooperative Migros

In ognuna delle 10 cooperative regionali Migros, il consiglio di cooperativa e l'amministrazione formulano ciascuno una raccomandazione di voto ai membri della cooperativa. Clicca qui per più dettagli.

Qui si trovano immagini della birra Migros da scaricare liberamente.

Diventa socio/a della comunità Migros.