Campo di fiori davanti a una filiale Migros

Superfici seminaturali

La biodiversità? Va al di là della sola varietà

Superfici seminaturali per una maggiore biodiversità: ci impegniamo a favore di una concreta tutela dell'ambiente in loco – sui nostri edifici, negli areali industriali e sui campi da golf.

Di
Janine Radlingmayr
Data
Formato
Cosa facciamo

Ronzano e svolazzano lassù in cima, dove occhi e orecchie della clientela non arrivano: sciami d'insetti. E non sono lì per caso. Allo Shoppyland Migros di Schönbühl abbiamo fatto il tetto verde, nel senso che abbiamo piantato una varietà di erbe e fiori che offrono a insetti impollinatori e uccelli nutrimento e rifugio – un contributo alla conservazione della biodiversità. 

«Biodiversità non significa solo varietà delle specie viventi», precisa Anna Peters, Responsabile progetto Sostenibilità Gruppo Migros. Il concetto riguarda anche e soprattutto la tutela di ecosistemi quali boschi, prati selvatici, acque e paludi. Senza l'apporto dei diversi ecosistemi l'umanità non esisterebbe o, quanto meno, non potrebbe praticare quasi nessuna delle sue attività.

La biodiversità è tutela della vita

Campo di fiori davanti a una filiale Migros

La biodiversità è essenziale non solo per la nostra esistenza, ma anche per la nostra stessa sopravvivenza. Preservarla è uno dei modi più efficaci per contrastare il cambiamento climatico. Argine contro inondazioni e slavine, purificazione delle acque e dell'aria, eliminazione di scarti e sostanze nocive: quanto più preserviamo e tuteliamo biodiversità ed ecosistemi, tanto meglio il pianeta è in grado di far fronte al mutare delle condizioni ambientali e tener testa al cambiamento climatico. 

Per questo nel settore edilizio e immobiliare si stanno diffondendo approcci innovativi per una maggiore integrazione dell'elemento naturale negli spazi, spiega Anna Peters: «È ormai risaputo che tetti e facciate rinverditi e superfici seminaturali attorno agli edifici contribuiscono efficacemente ad abbassare la temperatura – una funzione che assume enorme rilievo in tempi di riscaldamento globale.» La Migros non si è certo lasciata sfuggire la preziosa opportunità: la Bischofszell Alimentari SA (BINA), per esempio, ha allestito nell'areale su cui sorgono i suoi edifici spazi naturali all'insegna della biodiversità.  Anche la Cassa Pensioni Migros integra sempre più natura nei complessi residenziali di cui è titolare, a tutto vantaggio dell'ambiente ma anche dei residenti.

Più habitat entro il 2030

Area naturale Suhr

Fino ad oggi la Migros ha creato sui propri areali circa 3 milioni di metri quadrati (1) di nuovi habitat, una superficie equivalente a circa 400 campi da calcio tutta dedicata alla biodiversità. Ma in che cosa consiste, concretamente, far spazio alla biodiversità in questo contesto? Per esempio:

  • prati fioriti al posto di prati rasati

  • specie endemiche e adatte al territorio al posto di piante esotiche

  • pavimentazioni esterne permeabili invece che asfaltate

  • tetti rinverditi o biotopi umidi tipo stagni al posto di coperture con ghiaia

  • cataste di legno morto come rifugio per insetti e rettili al posto di piante e siepi decorative 

E le iniziative in questo senso non si limitano agli areali aziendali. Rinaturalizzazione e preservazione o risanamento delle superfici naturali sono in primo piano anche negli spazi circostanti le strutture Migros. 

Perché la Migros ha fatto proprio l'obiettivo "30x30" fissato da 200 Stati al vertice mondiale sulla biodiversità tenutosi a Montreal nel 2022: portare al 30%, entro il 2030, le superfici terrestri e marine sotto tutela al fine di rallentare la perdita di biodiversità. Un obiettivo ambizioso per la Svizzera, dove le aree di territorio protette sono attualmente il 13% del totale e la metà degli habitat e un terzo delle specie sono a rischio.

(1) Dato aggiornato all'aprile 2022

Noi ci siamo già rimboccati le maniche!

Un contributo all'ambiente che fa felice anche l'occhio e lo spirito: 39 delle nostre sedi contribuiscono, con le loro aree certificate "semi-naturali" dalla Fondazione Natura & Economia, alla promozione della biodiversità. Per ottenere la certificazione, almeno un terzo dell'area aziendale o commerciale deve essere riservato alla natura. Queste superfici seminaturali offrono rifugio a specie animali e vegetali anche rare. Della certificazione si fregiano non soltanto strutture aziendali del Gruppo Migros quali Aproz, Micarna ed ELSA, ma anche centri di distribuzione come quelli di Neuendorf e Suhr, centrali operative come quelle di Gossau e Schönbühl e alcuni tra i maggiori centri commerciali.

Anche tutti e 6 i Golfpark della Migros hanno ottenuto il certificato, al pari del prato magro nell'areale di Monte Generoso dove la Migros gestisce il servizio ferroviario e gastronomico. Il complesso residenziale PIC 3 della CPM (Cassa Pensioni Migros) ad Allschwill vanta addirittura il primato di prima struttura del suo genere in Svizzera con certificazione della Fondazione Natura & Economia. Ed è solo l'inizio: altre aree naturali sono già in programma.