Una mucca al pascolo mentre guarda l'obiettivo

Latte di mucche al pascolo

Latte in armonia con la natura

Il latte da bere in vendita alla Migros è di mucche al pascolo. Questo impegno va a vantaggio non solo delle mucche, che possono trascorrere molto tempo all'aria aperta, ma anche della biodiversità e di consumatrici e consumatori, che ottengono una maggiore sostenibilità a parità di prezzo.

Di
Michelle de Oliveira
Data
Formato
Cosa facciamo

C'è latte e latte, questo è chiaro alla Migros. Per questo motivo, dall'inizio del 2022 il latte di mucche al pascolo IP-SUISSE con il logo della coccinella è lo standard minimo per il nostro latte da bere. Viene prodotto da contadine e contadini che si impegnano a favore del benessere degli animali e della biodiversità. In questo modo diamo il via a un cambiamento verso una maggiore sostenibilità nell'agricoltura svizzera. La Migros garantisce alle contadine e ai contadini un partenariato equo e di lunga durata.

Che cosa significa «latte di mucche al pascolo»?

Il latte di mucche al pascolo proviene da mucche allevate nel massimo rispetto degli animali. Inoltre, questo latte offre netti vantaggi anche a favore del clima e della biodiversità. Le contadine e i contadini affiliati a IP-SUISSE garantiscono un allevamento e un foraggiamento conformi alle esigenze delle mucche da latte. È obbligatorio far pascolare regolarmente le mucche sui prati.

Perché utilizzare un foraggio fresco da pascolo?

  • Parce qu’il correspond à la forme d’alimentation naturelle de la vache.

  • La conservation du fourrage est aisée.

  • Les versants alpins escarpés sont parfaits pour l’élevage de vaches laitières.

Un agricoltore che falcia un prato in pendenza

Con il latte prodotto in modo sostenibile conformemente a IP-SUISSE, non ci assicuriamo soltanto che gli animali possano pascolare regolarmente all'aria aperta. Le linee guida tengono anche conto della biodiversità e del clima. Ecco i punti principali:

  1. Bovini liberi al pascolo
    Le mucche devono essere allevate nel rispetto delle «norme URA». Ciò significa che devono stare regolarmente all'aria aperta. In estate almeno 26 giorni e in inverno almeno 13 giorni al mese. L'allevamento al pascolo promuove il movimento e di conseguenza la salute, la longevità e la fertilità degli animali.

  2. Erba e fieno svizzeri a volontà
    In estate, le mucche da latte delle nostre contadine e dei nostri contadini affiliati a IP-SUISSE si alimentano principalmente dell'erba dei pascoli, mentre in inverno soprattutto di fieno e foraggio insilato. Il foraggio concentrato viene utilizzato il meno possibile. L'elevata quantità di erba migliora la qualità del latte perché fa crescere la percentuale di acidi grassi insaturi. Inoltre, la gran quantità di foraggio fresco (erba dei pascoli ed erba fresca) permette di risparmiare energia per la conservazione del foraggio. Questo si ripercuote positivamente sul clima.

  3. Partenariato equo
    Puntiamo su un partenariato equo e di lunga durata con le nostre produttrici e i nostri produttori di latte affiliati a IP-SUISSE. Inoltre, dal 2019 le nostre allevatrici e i nostri allevatori ricevono un supplemento di sostenibilità per ogni chilo di latte per via della produzione più complessa.

  4. Prevenzione anziché antibiotici
    Nel quadro della produzione sostenibile di latte, l'attenzione si concentra in modo particolare sulla salute degli animali. Attraverso un allevamento ottimale, aiutiamo le nostre contadine e i nostri contadini affiliati a IP-SUISSE a prevenire le malattie del bestiame. In questo modo si riduce sensibilmente l'uso di antibiotici.

  5. Tutela degli spazi vitali
    Le contadine e i contadini affiliati a IP-SUISSE si impegnano ad attuare un certo numero di misure volte a promuovere la biodiversità. Ad esempio, predisponendo siepi come habitat per insetti o strisce fiorite per impollinatori e altri organismi utili.

  6. Riduzione di CO₂
    Grazie alla possibilità di pascolare liberamente e al ridotto consumo di mangime concentrato, le mucche vengono nutrite per lo più con foraggio svizzero. Si riducono così le distanze di trasporto. In aggiunta, IP-SUISSE si è posta l'obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra (CO2 equivalenti) nelle sue aziende agricole. Oltre a misure come ad esempio impianti fotovoltaici, si sta testando anche la riduzione dei fertilizzanti azotati minerali ad alta intensità climatica e delle emissioni di metano.