Bottiglie di vetro blu una accanto all'altra

Smaltisco i rifiuti in modo corretto?

Il grande quiz sul recycling

Verifica le tue conoscenze riguardo alle scatole di cartone della pizza, l'olio da frittura, le lattine delle conserve, i tappi di sughero ecc. e scopri fatti interessanti sul riciclaggio.

Di
Cilgia Grass, Ringier Brand Studio
Data
Formato
Suggerimento

Ecco qual è la situazione in Svizzera a livello di riciclaggio

I numeri parlano chiaro: con oltre 700 chilogrammi di rifiuti per persona all'anno gli svizzeri sono in Europa tra i maggiori produttori di rifiuti domestici, ma sono anche dei bravi riciclatori. Nel 2021 ad esempio è stato possibile riciclare il 95% del vetro di recupero. Per l'alluminio la quantità riciclata è stata del 91% e per le bottiglie di bibite in PET di oltre l’82%, come risulta da una statistica dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM).

Cosa fa la Migros a favore del riciclaggio?

Alla Migros, la quota di riciclaggio nel 2022 è stata complessivamente del 77,9%. Con 8409 tonnellate di bottiglie di bibite in PET raccolte, l'anno scorso la Migros ha stabilito addirittura un record tra i commercianti al dettaglio svizzeri nel riciclaggio del PET. Per le capsule di alluminio l'azienda si è posta inoltre l'obiettivo di raggiungere una percentuale di restituzione del 75%. A tal fine ha aumentato i punti di raccolta e avviato una collaborazione con Nespresso. Riguardo al riciclaggio della plastica è in corso inoltre un progetto pionieristico con il sacco per la raccolta della plastica.

Fonte: igora.ch, ferrorecycling.ch, swissrecycle.ch, bafu.admin.ch

Perché il riciclaggio è tanto importante?

  • Riciclare aiuta a preservare le sempre più scarse risorse.

  • Grazie all'economia circolare, i preziosi materiali vengono mantenuti a lungo in circolazione. Si consumano così meno risorse e noi produciamo meno rifiuti.

  • Con il riciclaggio si consuma una quantità di energia inferiore a quella necessaria per la produzione di un nuovo materiale o prodotto.

  • Si emette inoltre meno CO2 dannoso per il clima.

  • Infine, ma altrettanto importante, il riciclaggio consente di ridurre la quantità di rifiuti da incenerire con conseguente produzione di scorie che devono essere a loro volta smaltite.

Che fine fanno i materiali riciclati?

Con i materiali riciclati vengono inoltre prodotti ripetutamente nuovi imballaggi. Il vetro ad esempio si può fondere all'infinito e utilizzare per la produzione di vasetti della marmellata o di bottiglie. Anche l'alluminio può essere fuso all'infinito e riutilizzato, senza perdite di qualità. In tal modo dalle vecchie lattine di bibite se ne producono di nuove o si producono altri prodotti di alluminio di alta qualità. In collaborazione con la marca di lifestyle svedese Vélosophy, Nespresso ha addirittura lanciato sul mercato una bicicletta prodotta con capsule in alluminio per il caffè riciclate.

Anche la carta di recupero viene riciclata per la produzione ad esempio di carta igienica, salviettine cosmetiche, buste o carta per fotocopie. E dalle vecchie bottiglie di bibite in PET si ricava recycling PET, denominato anche R-PET, per produrre nuove bottiglie in PET. Per le bottiglie di acqua minerale Aproz della Migros il ciclo di produzione e riciclaggio avviene addirittura al 100% in Svizzera. Anche altri prodotti vengono sempre più realizzati interamente o in parte in R-PET, per esempio paralumi, scarpe, borse o valigie.

Il vantaggio del cerchio rispetto alla linea

Ci sono diversi modi di trattare i prodotti. Prendiamo ad esempio la macchine da caffè: possiamo estrarre petrolio e ferro, per ricavare da essi i materiali come la plastica o l'acciaio inox di cui abbiamo bisogno per produrre l'alloggiamento o i singoli pezzi della macchina. Produciamo poi macchine da caffè che utilizzeremo fino a quando non si guasteranno o finché non ne vorremo avere un'altra. E poi la butteremo via.

Lo svantaggio di questa economia lineare è che consumiamo molte risorse e produciamo rifiuti. Inoltre, negli impianti di incenerimento o nelle discariche vanno persi irrimediabilmente preziosi materiali.

Nell'economia circolare produciamo invece macchine da caffè che si possono riparare o riciclare (come ad esempio quella di CoffeeB). Ciò significa che gli apparecchi sono realizzati con materiali riciclabili e che sono disponibili pezzi di ricambio. Se non funzionano più, si possono far riparare. E quando si guastano definitivamente, i materiali di cui sono composte vengono riciclati e utilizzati per la fabbricazione di nuovi prodotti. Se non abbiamo più bisogno della macchina da caffè, la regaliamo o la portiamo in un negozio dell'usato. Così qualcun altro potrà utilizzarla fino a quando non sarà giunta al termine del suo ciclo di vita per essere poi riciclata.

Il vantaggio dell'economia circolare è che i preziosi materiali vengono mantenuti a lungo in circolazione. Si consumano così meno risorse e noi produciamo meno rifiuti.