Navigazione

L'efficienza energetica comincia a casa

Risparmiare elettricità – ecco come fare!

Tutelare il clima, risparmiare elettricità, vivere in modo sostenibile: ecco qualche semplice consiglio per risparmiare corrente in ogni parte della casa – dalla cucina al bagno e al soggiorno.

Testo Janine Radlingmayr
Foto Getty Images, MGB
Data
4to2Y9cQyfkiFqmXtgvlsI

Elettricità, riscaldamento e acqua calda: con qualche semplice consiglio e trucco è possibile risparmiare fino al 20% di energia. La salute del pianeta e quella del tuo portafoglio andranno di pari passo.


Risparmiare energia in cucina

Ai fornelli

  • Scaldare l'acqua nel bollitore prima di versarla in pentola.

  • Utilizzando un coperchio di vetro si controllano più facilmente le pietanze e si evita di aprirlo di continuo, risparmiando energia.

  • A proposito di coperchio, bisogna usarlo della misura giusta: così la cottura si abbrevia e si riduce di tre-quattro volte il consumo di energia.

  • Aggiungere il sale solo al momento dell'ebollizione: senza sale l'acqua si scalda più in fretta.

Cottura al forno 

  • Chi l'avrebbe mai detto? Preriscaldare il forno è superfluo. Meglio inserire sformati, verdure e pietanze simili nel forno (ancora) freddo. Poi basterà cuocere un po' più a lungo di quanto indicato nella ricetta. 

  • Non riscaldare i cibi nel forno: mettendoli in padella o nel microonde si riduce il consumo energetico di circa sette volte.

  • Non aprire troppo spesso il forno per controllare la cottura: così si evita di disperdere ogni volta circa il 20% dell'energia. 

  • Altri consigli per cucinare e cuocere al forno .

Per refrigerare e congelare

  • La porta deve chiudersi bene. Vale a dire che la guarnizione dello sportello del frigorifero o del congelatore non deve presentare crepe o screpolature. 

  • Far raffreddare completamente gli avanzi prima di riporli in frigo, altrimenti il calore emanato dal cibo consumerà energia.

  • Decidere cosa prendere prima di aprire lo sportello del frigorifero o del congelatore. Tenendolo aperto a lungo si disperde energia. 

  • Regolare la temperatura del frigo su sei gradi anziché su quattro. 

  • Far scongelare gli alimenti in frigo nel corso della notte: il freddo così generato viene utilizzato dal frigorifero, risparmiando energia.

  • Quando si acquista un congelatore, prestare attenzione al marchio Topten . Per gli elettrodomestici energeticamente efficienti con marchio Topten si riceve un incentivo federale di 70 franchi. In caso di acquisto di un elettrodomestico di questo tipo, melectronics e Digitec/Galaxus scontano direttamente questo importo.

Piatti e stoviglie

  • Il prelavaggio è sopravvalutato: basta rimuovere i resti di cibo con una spazzola.

  • Lavare i piatti a mano consuma più acqua del programma eco della lavastoviglie, quindi è meglio non farlo troppo spesso.

  • Usare la lavastoviglie solamente a pieno carico. Scegliere pastiglie ad alta biodegradabilità.

In generale

  • Bere meno caffè: il caffè ha l'impronta ecologica più alta di tutte le bevande. Una tazza corrisponde a un chilometro percorso in auto.

Illustrazione cucina

Tutelare il clima anche in bagno

  • Per fare una doccia calda si consuma acqua calda. E per produrre acqua calda si consuma parecchia energia. Per questo meglio ridurre la frequenza e la durata delle docce. Preferendo la doccia al bagno e chiudendo l'acqua mentre ci si insapona è possibile risparmiare fino all'80% di acqua ed energia.

  • Quando si usa il gabinetto, il tasto di arresto dello sciacquone fa risparmiare fino a 5 litri di acqua a ogni scarico. La carta igienica riciclata è da tre a cinque volte meno inquinante di quella ricavata da cellulosa nuova e quindi molto più amica dell'ambiente.

Illustrazione bagno

Bucato sostenibile

  • Sfruttare al massimo la capacità di carico della lavatrice e adoperare un detersivo ecologico. Utilizzare prevalentemente il programma di lavaggio a 30 gradi aiuta a risparmiare energia.

  • Asciugatrice Sì alla corda per il bucato, no all'asciugatrice: le asciugatrici sono tra gli elettrodomestici più energivori.

Illustrazione lavanderia

Protezione dell'ambiente in soggiorno

  • In fase di acquisto, scegliere gli elettrodomestici in base alla loro efficienza energetica, facendo riferimento all'etichetta energetica che va dalla A (molto efficiente) alla G (non efficiente). Tenere sempre presente che le dimensioni e la definizione dello schermo del televisore sono proporzionali al consumo energetico.

  • Quando ci si assenta da casa, spegnere completamente i dispositivi elettronici per evitare di sprecare energia. Meglio ancora: utilizzare prese multiple dotate di un interruttore e spegnerlo non appena si smette di usare il dispositivo. 

  • Consegnare i dispositivi elettronici obsoleti o rotti in un negozio oppure in un centro di raccolta per il riciclo – i costi sono compresi nel prezzo di acquisto.

Illustrazione soggiorno

Cosa è vero e cosa no? Un piccolo quiz per entrare nel tema

Quiz

1 / 5 Domande

Quando acquisto nuovi apparecchi elettrici a cosa faccio attenzione per controllarne il consumo e l'efficienza?

2 / 5 Domande

A quanto ammonta in percentuale il consumo energetico delle economie domestiche private rispetto al consumo complessivo di corrente in Svizzera?

3 / 5 Domande

A partire da quante settimane di vacanze si consiglia di svuotare e sbrinare il frigorifero?

4 / 5 Domande

Perché bisognerebbe sempre staccare il caricatore dalla spina?

5 / 5 Domande

Che cos'è una lampadina a risparmio energetico?

Risultato

Ulteriori articoli