Una giovane donna con una tazza di tè in mano siede davanti al computer avvolta in una coperta

Riscaldare di meno

Ecco i rimedi se in casa geli!

Quest'inverno, quando abbasseremo le temperature negli ambienti interni, qualcuno potrebbe avere i brividi. È bene che tu sappia perché ti vengono i brividi e come puoi stare al caldo anche quando, nel peggiore dei casi, la temperatura è di 19 gradi.

Di
Yvette Hettinger
Data
Formato
Suggerimento

Chi tende di più ad aver freddo?

Le donne. Di solito hanno meno massa muscolare degli uomini, quindi possono produrre meno calore attraverso la contrazione muscolare. Inoltre, la pelle delle donne è solitamente più sottile, quindi i sensori del freddo sottostanti si attivano prima.

Come devo vestirmi?

Secondo il famoso principio della cipolla: vestiti a strati. Il primo strato, direttamente sulla pelle, deve essere costituito da materiali traspiranti, come tessuti funzionali piuttosto aderenti che trasportano bene l'umidità all'esterno. L'ideale sarebbe poi un secondo strato composto da materiali termoregolanti, aventi cioè piccole camere d'aria che immagazzinano il calore naturale del corpo. La lana, ad esempio, è perfetta. Se uno strato di calore non è sufficiente, aggiungine un altro! Un berretto riduce la perdita di calore dalla testa. Importante sempre: materiali di alta qualità!

E che fare se mani e piedi continuano a essere freddi?

È normale. Con il freddo, il sangue viene deviato verso il centro del corpo per rifornire gli organi vitali. Indossare i guanti in casa non è proprio il massimo; meglio muovere le dita delle mani e dei piedi, cioè distenderle e allargarle, lentamente e con la massima forza possibile. Le contrazioni fanno sì che i vasi sanguigni si aprano, perché i muscoli hanno bisogno di ossigeno per lo sforzo. Inoltre calzini caldi e scarpe con proprietà isolanti possono mantenere i piedi caldi.

È un'impressione o ci sono giorni in cui si sente più freddo di altri?

La percezione della temperatura varia in realtà nel corso della giornata, perché il corpo è soggetto a oscillazioni ormonali. È proprio a causa di queste oscillazioni ormonali che percepiamo la stessa temperatura in modo diverso nel corso della giornata. Le donne, inoltre, hanno una diversa percezione del freddo anche a causa del ciclo mestruale, in quanto l'ormone progesterone può aumentare la temperatura corporea di 0,5-1 °C.

Fare ginnastica aiuta?

Ogni movimento stimola il metabolismo e riscalda il corpo. Persino lavorare in piedi aiuta un po', così come qualsiasi altra postura di lavoro attiva. Ancora meglio, però, è organizzare il lavoro in modo da essere costretti a muoversi. Quindi, distribuisci le cose che ti servono nell'appartamento e alzati più sovente. Altro vantaggio: ogni tanto ti distogli dal lavoro e dalla postura al PC.

Le docce alternate al mattino aiutano a sentire meno freddo?

A lungo termine sì, perché con ripetuti stimoli freddi possiamo insegnare al cervello a sopportare meglio le temperature più fredde. Tuttavia, non fa bene buttarsi letteralmente nell'acqua fredda. Conviene iniziare con docce fresche, poi sempre più lunghe e fredde di settimana in settimana. Un passo ulteriore potrebbero essere i bagni in acqua fredda e il nuoto, ma solo se hai prima verificato di essere abbastanza in salute. A proposito, l'effetto di questo metodo di desensibilizzazione diminuisce se lo stimolo del freddo non viene aumentato costantemente.

Cosa devo mangiare e bere?

Cibi e bevande calde. Contrariamente a quanto si crede, l'alcol non riscalda il corpo, fa solo percepire meno la perdita di calore. I cibi e le bevande piccanti riscaldano il corpo solo per un breve periodo.

Fa male alla salute avere sempre freddo?

Solo se ti senti anche sempre male. In tal caso è necessario adottare misure di prevenzione o proteggersi. Il pericolo diventa reale solo quando la temperatura corporea scende sotto i 35 gradi. Si parla allora di ipotermia, con sintomi quali tachicardia, respirazione accelerata, brividi e disturbi sensoriali. Comunque, alle temperature delle nostre stanze non si arriva a tanto. Nelle persone che non possono però muoversi autonomamente, la temperatura corporea deve essere ben monitorata per evitare sia l'ipotermia sia il surriscaldamento. I neonati, per esempio, hanno una superficie cutanea relativamente ampia e non possono ancora produrre calore tramite la contrazione muscolare.

Come aumentare l'afflusso di aria fresca?

Cambiare l'aria più volte al giorno spalancando completamente le finestre per brevi periodi, o meglio ancora, creando correnti d'aria. Pochi minuti sono sufficienti per un ricambio completo dell'aria. In questo modo favorisci un buon microclima domestico, proteggi la struttura dell'edificio e riduci le inutili perdite di energia, come quelle causate dalle finestre a ribalta sempre semiaperte.

Come far rimanere il caldo all'interno e lasciare il freddo fuori?

Moquette e finestre ermetiche riducono la perdita di calore attraverso il pavimento e verso l'esterno.

E fuori?

Qual è l'abbigliamento migliore per quando esci, come puoi scaldarti con esercizi di rilassamento e ancora: i piedi freddi sono un segnale di allarme? Trovi le risposte su iMpuls.