Nathan Gruber al supermercato

Inclusione

Tutti sulla stessa barca

Non è facile trovare un lavoro quando si hanno difficoltà di apprendimento e di integrazione nel mondo del lavoro. Alla Migros Vaud, in collaborazione con la fondazione Le Repuis, si fa tutto il possibile per evitare che giovani come Nathan Gruber siano abbandonati a sé stessi.

Di
Pierre Wuthrich
Data
Formato
Cosa facciamo

Nathan Gruber, 19 anni, lavora come apprendista impiegato del commercio al dettaglio alla MMM di Crissier (VD) dall'agosto 2023. "Aiuto a sistemare la merce, a gestire gli stock e a rispondere alle varie richieste della clientela", spiega il giovane vodese. Anche se indossa l'uniforme e il badge Migros, Nathan Gruber non è un collaboratore di Migros Vaud, ma un "apprendista Repuis", come si definisce lui stesso. Questo significa che è sotto contratto con il centro di formazione professionale specializzato Le Repuis, con sede a Grandson (VD), il cui principale mandante è l'Assicurazione Invalidità (AI). Il ragazzo, infatti, pur essendo entusiasta e determinato, a volte ha problemi a relazionarsi con gli altri e a gestire le proprie emozioni. "Per esempio, non mi piace quando capita un imprevisto. Se mi spostano la pausa pranzo o se improvvisamente devo andare a lavorare in un altro reparto diversamente da quanto pianificato, mi sento stressato e mi capita di rinfacciarlo ai miei superiori. Ma so anche riconoscere i miei errori, soprattutto durante i debriefing."

Il nostro obiettivo è massimizzare l'occupabilità di questi apprendisti.

Nicole Léchaire, maestra socioprofessionale

In questi casi Nathan Gruber può contare sul sostegno di Nicole Léchaire, maestra socioprofessionale (MSP), collaboratrice di Le Repuis, sempre presente nel supermercato. "L'obiettivo è che Nathan Gruber sia in grado di svolgere le stesse mansioni degli apprendisti di Migros Vaud sulla superficie di vendita, e al loro stesso ritmo. Mi occupo quindi di riformulare le istruzioni dei capireparto che potrebbero essere state fraintese, controllo che il lavoro venga eseguito come richiesto secondo le direttive e soprattutto mi prendo il tempo per discutere ogni situazione, il che è molto prezioso", spiega la vodese che a volte svolge anche il ruolo di sorella maggiore e confidente.

Cancellare le differenze

Già solo alla Migros Crissier Nicole Léchaire segue un team di sette apprendisti Repuis. In tutto tra i venticinque e i trenta giovani con difficoltà di apprendimento sono impiegati in quattro filiali della cooperativa vodese. "Il nostro obiettivo è massimizzare la loro occupabilità. Così possono seguire corsi di formazione per diverse professioni, con o senza attestati", spiega la MSP. E il successo è evidente, dato che il tasso di riuscita dei giovani di Le Repuis è superiore al 90% e il 70% di loro trova in seguito un impiego.

Il segreto di questo successo risiede nella determinazione di Le Repuis a offrire condizioni di lavoro il più possibile vicine alla realtà. I supermercati Migros offrono ottime opportunità in tal senso, poiché gli apprendisti Repuis si trovano ad affrontare gli stessi problemi dei loro colleghi di Migros Vaud. C'è, del resto, un desiderio reale di cancellare le differenze, che si esprime non solo nell'indossare l'uniforme, ma anche nel partecipare ai Welcome Day e nella preparazione agli esami. Per quanto riguarda i festeggiamenti al termine della formazione, anche questi si svolgono ovviamente insieme. "Ogni giorno gli apprendisti si mescolano fra loro e nelle pause si raggruppano in base ai loro interessi più che in base al datore di lavoro", afferma soddisfatta Nicole Léchaire.

Un valore aggiunto per tutti

Migros Vaud è lieta di accogliere nelle sue filiali gli apprendisti Repuis. "Questa mescolanza arricchisce tutti. Il personale Migros vede giovani motivati e desiderosi di trovare il loro posto sul mercato del lavoro. Questo funge anche da stimolo. Inoltre, tutti vogliono sostenerli e aiutarli a trovare la loro strada. Quindi forse c'è più solidarietà che altrove", afferma Ariane Dupuis Moret, una delle due specialiste di Jeunes Talents che gestiscono i circa duecento apprendisti di Migros Vaud.

Di conseguenza Nathan Gruber lavora in un ambiente che è al contempo accogliente e concreto e spera, prossimamente, di ottenere il suo CFC. Così potrà poi candidarsi per un impiego in un negozio di elettronica e magari essere assunto come venditore di prodotti Apple, che già conosce a fondo. Perché Nathan Gruber ha talento; basta aiutarlo a trovare la sua strada. È su questo che lavorano Le Repuis e Migros Vaud.