Un uomo preleva una borsa Migros dalla vettura a guida autonoma

Vettura a guida autonoma

Ecco il veicolo robotizzato che potrebbe presto consegnarti i pasti

La prima vettura elettrica a guida autonoma della Svizzera si aggira per le strade di Ebikon (LU) per consegnare prodotti Migros alla Schindler. L'ingegnere Lara Amini spiega come funziona questo servizio.

Di
Jörg Marquardt
Data
Formato
Cosa facciamo

Lara Amini, perché un servizio di consegna autonomo?

Sono diversi i gruppi target cui farebbe comodo il servizio di Loxo. La clientela privata può farsi consegnare la spesa a casa in modo ancora più flessibile, perché il nostro servizio non è legato a orari fissi di lavoro. Città e comuni riducono le emissioni di CO2 in quanto le ordinazioni di più clienti vengono raggruppate in un'unica consegna.

I veicoli a guida autonoma sono consentiti dalla legge?

Finora no. L'Ufficio federale delle strade sta però lavorando a una legge in materia, che verrà presentata nel 2024. Il nostro progetto pilota a Ebikon è stato autorizzato solo per una zona ben definita. Il percorso lungo 500 metri attraversa unicamente l'area aziendale e non tocca alcuna strada cantonale. Inoltre il nostro veicolo, dotato di sensori per circolare in sicurezza nel traffico, non deve superare i 30 km/h. Nella prima fase è sorvegliato da remoto da una persona.

A breve la spesa ci verrà quindi consegnata solo da «Migronomous»?

A seconda della legge sui veicoli a guida autonoma, nel migliore dei casi già dal 2025 potremo offrire il servizio di consegna a un'intera città o addirittura estenderlo a livello nazionale. Per ora però ci concentriamo sulla fase di prova. La tecnologia ha bisogno di tempo per maturare.