Tre uomini intenti all'apertura dei frutti di cacao.

Coltivazione sostenibile del cacao

Cioccolato da gustare con la coscienza pulita

Nell'addentare un pezzo di cioccolato non si pensa, molto probabilmente, alla deforestazione, ma purtroppo coltivazione del cacao e abbattimento delle foreste vanno spesso a braccetto. La Migros ha lanciato un progetto per mettere un freno alla deforestazione.

Di
Michelle de Oliveira
Data
Formato
Cosa facciamo

La produzione del cioccolato è problematica per il pianeta e molti dei suoi abitanti. Le ragioni sono molteplici: il cambiamento climatico, il depauperamento dei terreni e i bassi prezzi del cacao mettono a repentaglio la sopravvivenza di numerose famiglie di coltivatori e coltivatrici. Questo le costringe a trovare nuove superfici da coltivare attraverso la deforestazione. Ne deriva, oltre alla perdita di habitat naturali, un maggior rilascio di anidride carbonica nell'atmosfera che, a sua volta, incide negativamente sul clima.

Tutela del clima con l'agroforestazione

Per rendere più sostenibile la coltivazione del cacao, alla fine del 2020 la Migros ha lanciato, in collaborazione con la cooperativa del cacao Necaayo e la Fondazione Myclimate, un progetto di agroforestazione per la protezione del clima. L'obiettivo di questo progetto a lungo termine è rendere la produzione di cacao più sostenibile evitando l'abbattimento delle foreste e migliorando al contempo il reddito dei coltivatori e delle coltivatrici di cacao.

Più resilienza e tutela del clima grazie agli alberi da ombra

Nel sistema di agroforestazione dinamica le piantagioni vengono rimboschite con varietà di piante autoctone. L'integrazione di alberi da ombra, per esempio, influisce positivamente sul microclima delle piantagioni di cacao e ne aumenta la resistenza a cambiamenti climatici e malattie. Senza contare che gli alberi aggiuntivi assorbono CO2 dall'atmosfera e migliorano così il bilancio climatico del cacao. Allo stesso tempo la coltura integrata di piante da frutto e alberi da legno indigeni costituisce un'importante fonte di guadagno supplementare per i coltivatori, che possono vendere i prodotti localmente.

Fatti e cifre

  • 1 fava di cacao è sufficiente per 4 tavolette di cioccolato al latte.

  • 516 coltivatori e coltivatrici fanno parte della cooperativa in Costa d'Avorio che dal 2012 fornisce il cacao a Chocolat Frey.

  • 2500 ettari piantati a cacao, per una superficie pari a circa 3500 campi da calcio, vengono rimboschiti nell'ambito del progetto con varietà di piante autoctone.