Fatti sui ravioli

Come finiscono in scatola i ravioli

Perché i ravioli in scatola dovrebbero trovarsi in ogni dispensa, come si preparano e come li puoi rendere ancora più gustosi.

Di
Edita Dizdar
Data
Formato
Story

Chi li ha inventati? 

Si ritiene che i ravioli esistano fin dal XIII secolo. La versione in scatola è stata utilizzata per la prima volta durante la Prima guerra mondiale, come cibo per i soldati italiani al fronte. Alla fine degli anni '40 la lattina entrò poi anche nelle dispense svizzere e da allora ha causato ricordi d'infanzia di ogni tipo, da quelli traumatici a quelli positivi. Alcuni non vedevano l'ora di ritrovare i ravioli nel piatto, altri ricordano con orrore i ravioli ripieni al campo scout. E a te cosa viene in mente se pensi ai ravioli? 

Un milione di ravioli bio al giorno

I Ravioli Napoli con la Gemma Bio sono prodotti a Bischofszell con un apposito impianto. La pasta fresca è preparata con semola di grano duro, uova e acqua e viene stesa in uno strato sottile. Su di essa vengono disposti piccoli mucchietti di ripieno di carne e aggiunto un altro strato di pasta. I ravioli vengono poi pressati e ritagliati, sbollentati per cinque minuti, mescolati con la salsa di pomodoro e messi subito in scatola. In un turno di 8 ore, viene prodotto oltre un milione di ravioli, che corrispondono a circa 40'000 lattine.

Una piccola magia in cucina

Non hai molto tempo, ma pretese culinarie? Allora puoi rendere facilmente i ravioli in scatola ancora più gustosi. Per ottenere una maggiore cremosità, puoi aggiungere un goccio di panna o di latte ai ravioli in padella. I ravioli diventano più saporiti con erbe fresche e molto pepe nero. Le cipolle arrostite come guarnizione conferiscono ai ravioli una nota croccante. Anche le verdure vanno bene: si possono fare appassire spinaci o cubetti di zucca e aggiungerli ai ravioli. Se ti piace gratinare, spargi uno strato abbondante di formaggio grattugiato sui ravioli e cuocili al forno. Consiglio: soffriggi dei cubetti di pancetta, aggiungi un po' di pangrattato e scaldalo fino a doratura. Prepara poi un uovo al tegamino, disponilo sui ravioli, e aggiungi la pancetta croccante: buon appetito!  

Molta Svizzera in scatola

Questo popolare prodotto bio contiene molta Svizzera. Carne di manzo macinata, cipolle, sale, zucchero, uova intere, semola di grano duro, olio di semi di girasole e carote: tutto di produzione locale. Il resto, ad esempio i pomodori, il pangrattato o l'aglio, proviene dall'UE. Solo il pepe cresce altrove, nello Sri Lanka. Tutti gli ingredienti sono di qualità biologica. 

Perfettamente protetti

Come quasi nessun altra confezione, la lattina protegge il contenuto da influenze esterne come la luce o l'ossigeno. Ciò significa che il contenuto non si deteriora così rapidamente. Anche i batteri, i microrganismi, i lieviti e le muffe non hanno chance con le lattine chiuse. I ravioli sono quindi perfetti per la dispensa e si mantengono freschi a lungo.

Per saperne di più

Tutte le stories