Un uomo si riposa su un prato prendendosi una pausa dai lavori di giardinaggio

Previdenza

Andare in pensione gradualmente: come funziona

Vuoi evitare di lavorare a tempo pieno fino ai 65 anni ma il pensionamento anticipato costa troppo? Allora il pensionamento scaglionato è quello che fa per te. Ecco una checklist.

Di
Jörg Marquardt (Testo) / Getty Images (Foto)
Data
Formato
Suggerimento

Come funziona

Il principio del pensionamento scaglionato (o parziale) è molto semplice: riduci gradualmente il grado di occupazione e nel contempo riscuoti una parte dell'avere di vecchiaia accumulato con il 2° pilastro. In questo modo compensi la riduzione di salario. I soldi possono essere riscossi in forma di rendita o capitale. Sono consentite al massimo tre fasi, l'ultima fase coincide con la fine dell'attività lavorativa.

Esempio: all'età di 58 anni riduci il grado di occupazione dal 100% al 70% e riscuoti il 30% dell'avere della cassa pensioni. Tre anni dopo riduci il grado di occupazione al 50% e ti viene versato un ulteriore 20% dell'avere di vecchiaia. Nel momento del pensionamento ordinario, riscuoti il restante 50% dell'avere di vecchiaia.

Vantaggi: continui a versare nella cassa pensioni in proporzione al salario ridotto aumentando così il tuo capitale di vecchiaia. La cassa pensioni ti assicura anche contro il decesso e l'invalidità. In qualità di persona attiva a tempo parziale, continui a versare i contributi AVS evitando così lacune AVS.

Svantaggi: i contributi versati nella cassa pensioni sono più bassi e comportano quindi un avere di vecchiaia più basso. Inoltre il tasso di conversione che determina l'importo della rendita è inferiore per la parte riscossa in anticipo.

Da quando è possibile?

Dipende dalla tua cassa pensioni. Molte casse pensioni consentono il pensionamento scaglionato a partire dai 58 anni compiuti.

A questo proposito: se vuoi continuare a lavorare a tempo parziale dopo aver raggiunto l'età ordinaria di pensionamento, puoi prolungare il pensionamento scaglionato fino ai 70 anni.

Come prepararsi

  • Chiedi al tuo datore di lavoro se è d'accordo con il pensionamento parziale.

  • Chiarisci con la tua cassa pensioni a partire da quale età è consentito il pensionamento parziale.

  • Procurati una panoramica delle tue finanze: entrate, spese, patrimonio, debiti (incl. ipoteche), assistenza sanitaria e assicurazioni. Elabora un piano finanziario per il periodo successivo alla riduzione programmata del grado di occupazione.

  • Verifica se puoi mantenere il tuo tenore di vita con le prestazioni di vecchiaia previste.

Disposizioni a seconda del cantone

Le condizioni quadro per il pensionamento scaglionato variano a seconda del luogo di residenza. I regolamenti delle casse pensioni si basano infatti sulle disposizioni delle autorità fiscali cantonali:

  • A seconda del cantone dove risiedi, dovrai ridurre in modo permanente il grado di occupazione e il salario di una percentuale che va dal 20 al 30 per ogni fase. L'importo delle prestazioni della cassa pensioni è legato al grado di occupazione: se lavori il 30% in meno, riscuoterai il 30% dei soldi della cassa pensioni.

  • A seconda del cantone, prima della cessazione definitiva dell'attività lavorativa dovrai aver lavorato con un grado di occupazione che va dal 20% al 30%.

Riscossione del capitale invece che della rendita

In alternativa alla rendita mensile, puoi riscuotere l'avere di vecchiaia della cassa pensioni in forma di capitale. Tuttavia le condizioni quadro non sono le stesse ovunque:

  • Alcuni cantoni consentono un massimo di due riscossioni di capitale dalla cassa pensioni, mentre altri cantoni ne consentono al massimo tre. Le riscossioni devono essere distanziate di almeno dodici mesi l'una dall'altra.

  • Spesso è necessario riscuotere l'ultima parte dell'avere di vecchiaia in forma di rendita.

Vantaggi: se riscuoti il capitale di previdenza in due o tre fasi, le imposte saranno notevolmente inferiori rispetto a quanto ammonterebbero se riscuotessi l'avere di vecchiaia tutto in una volta. Infatti nella maggior parte dei cantoni nel caso di riscossione di capitali più consistenti la tassazione è proporzionalmente più elevata. Se invece riscuoti le prestazioni della cassa pensioni in forma di rendita, vedrai aumentare il reddito imponibile vita natural durante e pagherai più imposte.

Regole AVS

Di norma la rendita AVS viene versata solo una volta raggiunta l'età ordinaria di pensionamento. Puoi anticipare di due anni al massimo la riscossione della rendita di vecchiaia.

Svantaggi: la riscossione anticipata della rendita AVS comporta la riduzione dell'avere di vecchiaia vita natural durante. Attualmente la riduzione è pari al 6,8 per cento per ogni anno d'anticipazione. Dovrai inoltre continuare a versare i contributi AVS.

Regole pilastro 3a

Il capitale accumulato con il pilastro 3a può essere riscosso fino a cinque anni prima del raggiungimento dell'età ordinaria di pensionamento. Come per le prestazioni della cassa pensioni, è opportuno riscuotere l'avere in modo scaglionato per ridurre così l'onere fiscale. A tal fine, l'avere deve essere ripartito su più conti del pilastro 3a perché non è possibile effettuare versamenti parziali da un conto 3a.

Suggerimento: apri un altro conto 3a una volta che hai risparmiato circa 50'000 franchi.

Cosa dovresti fare il prima possibile

  • Colmare le lacune pensionistiche con i riscatti.

  • Evitare le lacune contributive AVS versando per tempo i contributi mancanti.

  • Accumulare un ulteriore avere di vecchiaia e investirne una parte in azioni, obbligazioni o altro.

  • Se possibile, versare l'importo massimo annuale nel pilastro 3a.

Per saperne di più

Tutte le stories